Cerca

Semiconvitto

PRESTAZIONI SEMIRESIDENZIALI

La prestazione semiresidenziale offerta dal Centro S. Ciro è rivolta al recupero funzionale dei soggetti portatori di disabilità fisiche, psichiche, sensoriali o miste, dipendenti da qualsiasi causa. I presidi a ciclo diurno funzionano 8 ore al giorno per 6 giorni a settimana. Per ogni paziente viene redatto dall’equipe multidisciplinare un progetto riabilitativo comprendente uno o più programmi terapeutici, con monitoraggio dell’evoluzione e delle modificazioni della disabilità.

L’equipe multidisciplinare comprende:

  • Direttore Sanitario
  • Personale dell’area psicologica e pedagogica
  • Tecnici della Riabilitazione
  • Terapisti occupazionali
  • Assistenti sociali

 

Il trattamento semiresidenziale offre alle persone che sono impegnate in un percorso di riabilitazione, prestazioni volte al raggiungimento di obiettivi fondamentali quali:

  • la comprensione del significato delle attività proposte nel loro complesso attraverso lo sviluppo delle capacità di collaborazione e di cooperazione e della coscienza del sé
  • l’acquisizione della consapevolezza dell’importanza dell’ambiente in cui il soggetto è inserito e con il quale si troverà ad interagire
  • l’ampliamento delle abilità di autoaccudimento o l’apprendimento di strategie alternative per lo svolgimento di attività attinenti alla cura del sé e del proprio ambiente di vita
  • l’addestramento all’utilizzo di attrezzi/strumenti (sia di uso comune che adattati)
  • la predisposizione di adattamenti al domicilio che garantiscano il massimo grado di autonomia all’individuo
  • il conseguimento o potenziamento delle capacità relazionali, di socializzazione e di contatto interpersonale
  • il consolidamento dell’iniziativa, della propositività e della progettualità legate alla capacità di operare per obiettivi

 

In regime semiresidenziale si svolgono trattamenti di terapia occupazionale di gruppo. Operatori specializzati utilizzano attività espressive, manuali, rappresentative e ludiche per promuovere il recupero e l'uso ottimale di funzioni finalizzate al reinserimento, all'adattamento e alla integrazione dell'individuo nel proprio ambiente di vita offrendo momenti di scambio e di socializzazione con i coetanei. Ogni momento della giornata viene sfruttato per potenziare le autonomie generali. Anche il momento del pranzo offre l'occasione per l’insegnamento di numerose abilità trasversali: igiene personale (lavare le mani, lavare i denti), difficoltà relative all'alimentazione (deglutizione atipica, riflesso del morso, rigurgiti, incoordinazione del tratto orale), corretto allineamento posturale, corretto utilizzo delle posate e coordinazione oculo-manuale, relazioni interpersonali (rispetto dei turni, degli spazi, socializzazione) e regole comportamentali.

 

I LABORATORI

Il laboratorio è il luogo del “fare insieme”, della creatività, dello sviluppo e mantenimento di competenze cognitive, manuali, motorie, relazionali, dove l’operatore è modello e sostegno, garante dell’armonia delle dinamiche di gruppo, ma anche promotore di capacità e competenze pratiche.

Laboratori delle Autonomie:

  • Laboratorio di Autonomie Sociali. Organizzato in modo da consentire agli ospiti di potersi muovere autonomamente in varie attività di vita quotidiana attraverso la conoscenza e l'utilizzo del denaro, dei servizi comunitari, dell'orologio e del tempo, del telefono e delle abilità pedonali, obiettivo principale è quello di favorire l’acquisizione e il padroneggiamento di abilità specifiche, al fine di acquisire una migliore qualità di vita ed una ottimale autonomia all'interno dei luoghi e degli ambiti sociali di riferimento.
  • Laboratorio di Autonomia Personale. È finalizzato a favorire ed aumentare, attraverso un adeguato intervento educativo nella gestione della pulizia e dell'igiene della persona disabile, una discreta autosufficienza. I ragazzi sono inoltre educati ad acquisire una corretta educazione igienico-sanitaria.

 

Laboratori Artigianali:

  • Falegnameria. In falegnameria si realizzano oggetti in legno mediante l’uso di attrezzature manuali che possono essere adattate alle difficoltà dei partecipanti. Attraverso l’ideazione, la pianificazione, la creazione, l’assemblaggio e la rifinitura di semplici manufatti, sono perseguiti obiettivi primari come lo sviluppo di abilità fini-motorie e di coordinazione, abilità di pianificazione e organizzazione del lavoro, rispetto dei tempi di realizzazione. Congiuntamente all’apprendimento delle tecniche per la lavorazione del legno, l’attività persegue finalità di tipo relazionale: la collaborazione e l’aiuto reciproco favoriscono la crescita della propria autostima e tali conquiste possono poi essere trasferite nella vita quotidiana.
  • Ceramica. Il laboratorio di ceramica, oltre che focalizzare l’attenzione sugli aspetti della motricità fine e della coordinazione oculo-manuale, si pone anche come strumento per lo sviluppo delle attività mentali: attraverso la corretta stimolazione dei processi di pensiero si passa dalla costruzione mentale della figura (rettangolo, triangolo …, poi linee, curve…, proporzioni, figure complesse, armonie delle forme), ad avere la forma chiara dell’oggetto e al suo successivo trasferimento nella realtà concreta, secondo un necessario e preciso ordine sequenziale.

 

Laboratori area espressiva:

  • Laboratorio di Recitazione. Lo scopo di questo laboratorio è di far trovare ad ogni ragazzo la propria area espressiva e la propria modalità di linguaggio corporeo. Con l'aiuto di un racconto, di una fiaba, o ancora di un episodio di vita quotidiana, si cerca di arrivare ad una realtà espressiva e rappresentativa. Questo laboratorio si conclude ogni anno con uno spettacolo musicale in cui sono coinvolti tutti i ragazzi, ognuno nel rispetto delle proprie possibilità.
  • Laboratorio di Musicoterapia. La musicoterapia è una modalità di approccio sensoriale che utilizza il suono e la musica con finalità terapeutiche, per intervenire su di un certo numero di disagi psicologici e di quadri psicopatologici. E' una modalità che apre nuove vie verso la " crescita personale ", crea canali espressivi e di apprendimento nel senso più ampio, per tutti quelli che a causa dei problemi mentali e fisici, sono limitati nelle relazioni con se stessi, con gli altri e con l'ambiente.

 

Laboratori area cognitiva:

  • Laboratorio di Recupero Cognitivo. Il laboratorio di recupero cognitivo punta a migliorare la competenza cognitiva attraverso il potenziamento di abilità quali quella di discriminazione, accademiche, mnestiche. Il laboratorio inoltre si prefigge l'obiettivo di migliorare la competenza linguistica sia in ricezione che in espressione.
  • Laboratorio di Informatica. Il laboratorio di informatica ha un carattere sociale, educativo, terapeutico e riabilitativo finalizzato a permettere anche al disabile di lavorare, apprendere o giocare con un Personal Computer, laddove esso possa diventare, grazie alle sue caratteristiche comunicative e alla configurabilità della sua interfaccia, un ausilio indispensabile per il raggiungimento di una maggior autonomia, facilitando l’apprendimento, la scrittura, la comunicazione e il gioco.

 
Laboratorio di Educazione al Movimento:

Questo laboratorio va dai semplici esercizi ginnici ad attività sportive strutturate.